Dal Massimo Goloso

Massimo Corrà l’avevo già conosciuto, o meglio avevo conosciuto un suo ottimo panino, consumato in una delle tante fiere che entrambi frequentiamo. E quindi, entrando nel suo negozio a Coredo, l’ho subito riconosciuto.  Occhi acuti e sorriso mite, sempre trafelato per i troppi impegni. Mi guarda come chi ha promesso che si farà intervistare e fotografare senza fare storie, ma si vede che ne farebbe volentieri a meno. Lo capisco, si divide tra negozio e laboratorio, tra le richieste dei clienti e quelle di moglie e figlio, che lavorano con lui. Solo che io non lo sapevo che c’era così tanto da riprendere in un macelleria, e gli è toccato sopportarmi per un giorno in più.

 

 

Condividi questo post su

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *